Come scegliere una piattaforma e-learning: 5 requisiti essenziali

In questo articolo parliamo degli elementi che nel 2022 non devono assolutamente mancare in una piattaforma E-learning. Sono cinque le caratteristiche di cui ti parleremo che, secondo noi, rendono ottimale l’utilizzo di una piattaforma e-learning per gestire ed erogare formazione nei contesti più disparati.

Per questo, se ti stai chiedendo quali funzionalità sono necessarie per una piattaforma e-learning, siamo quì per prenderti per mano e guidarti!

Se non ci conosci già, innanzitutto ci presentiamo: siamo WhoTeach, la piattaforma di Digital Learning specializzata per il B2B.

Vediamo quindi insieme i 5 requisiti che non devono assolutamente mancare in un buon LMS. In questo articolo parleremo di:

  • Un’interfaccia chiara e facile da utilizzare
  • Funzionalità interattive
  • Organizzazione intelligente dei contenuti e modularità
  • Un’assistenza efficiente
  • Report

Un’ interfaccia chiara e facile da utilizzare

Le componenti visive e logiche della piattaforma devono risultare fluide e chiare, in modo da ridurre al minimo l’attrito cognitivo nel suo utilizzo.

In questo modo la concentrazione degli studenti sarà tutta rivolta sui contenuti e non dovranno perdere tempo cercando di capire come funzioni la piattaforma .
Ecco perchè, prima di adottare una piattaforma e-learning, dovresti richiedere una versione demo: WhoTeach, ad esempio, ti permette di provare le sue funzioni insieme a tutta la tua organizzazione prima di attivare la licenza.

Interazione fra utenti

La relazione fra studente e insegnante è riconosciuta come uno dei fattori principali per il successo dell’attività didattica, così come le attività di gruppo fra i partecipanti possono favorire l’impegno e aumentare la motivazione di ciascuno di loro. Per questo, una piattaforma e-learning dovrebbe permettere agli utenti di interagire e incontrarsi virtualmente.

Ad esempio, i tools che permettono attività di gruppo possono essere:

  • quiz (come il celebre Kahoot!)
  • simulatori
  • forum di discussione e chat
  • sondaggi

Anche i sistemi di videoconferenza favoriscono l’interazione fra utenti: WhoTeach, ad esempio, è dotata di aule virtuali che permettono di partecipare insieme alle lezioni e di svolgere diverse attività di gruppo, grazie anche a funzioni di breakout room.

Organizzazione flessibile e modulare dei contenuti

Un altro aspetto fondamentale riguarda l’organizzazione delle unità didattiche: il contenuto deve essere accessibile in maniera flessibile e personalizzata dall’utente ed è necessario che all’interno della piattaforma vi siano programmi diretti a questo scopo. Un’organizzazione modulare permette di suddividere i contenuti in unità indipendenti e brevi, fino a 30 min. In questo modo l’utente può personalizzare e scegliere i contenuti senza uno schema prefissato dal sistema: questi aspetti si ricollegano al concetto di Microlearning.

WhoTeach ad esempio offre il servizio Recommender System, che ti permette, tramite inserimento di keywords, di filtrare i contenuti e restituirti solo i contenuti a cui sei interessato. 

É importante inoltre che la piattaforma che scegli ti consenta di gestire tipi diversi di file. Dare ai tuoi studenti materiale didattico in file di diversi formati può rendere le tue lezioni più facilmente fruibili e consultabili. Ecco perchè una piattaforma e-learning dovrebbe avere un Learning Management System in grado di supportare diversi formati:

  • pdf
  • mp4
  • podcast
  • infografiche
  • immagini

Inoltre, dovrebbe essere in grado di gestire anche materiale interattivo, come il formato SCORM: si tratta di un insieme di standard che permettono a un contenuto formativo di essere catalogabile, tracciabile e poter essere riutilizzato in piattaforme diverse.

Tramite una piattaforma che permette queste funzioni un docente può personalizzare i propri corsi e scegliere i contenuti senza essere limitato dal sistema. L’organizzazione di questi Learning Objects risulterà perciò flessibile e modulare, permettendo anche una didattica basata sul Microlearning.

WhoTeach può gestire molteplici tipi di file, ma non solo: offre anche un Recommender System che ti permette, tramite inserimento di keywords, di filtrare i contenuti e restituirti solo quelli a cui sei interessato.

Il servizio clienti disponibile e facilmente reperibile

Un sondaggio effettuato da Genesys Global Survey Costumer Experience mostra che il 78% delle persone da loro intervistate individua il servizio assistenza come maggiore responsabile per un’esperienza positiva. Allo stesso tempo, su Capterra una delle maggiori critiche rivolte ai maggiori player del settore e-learning è la mancanza di un servizio clienti rapido ed efficiente.

Pensare che non possano mai presentarsi problemi durante l’utilizzo di una piattaforma e-learning è utopico: per questo trovare un servizio di assistenza pronto ed efficiente per risolvere ciò che non funziona rappresenta un requisito necessario.

WhoTeach, ad esempio, non usa un sistema di ticket, né lascia i propri utenti in balìa di un chatbot automatico: invece, sono proprio i tecnici che sviluppano la piattaforma a fornire direttamente assistenza ai clienti, rendendosi reperibili via mail o telefonicamente.

Trovare quindi un servizio di assistenza pronto a rispondere tempestivamente alle tue richieste, ti garantirà un esperienza positiva nell’utilizzo della piattaforma.

Reportistica

L’ultimo dei requisiti di cui ti parlerò oggi è rappresentato dai report.

Cosa sono i Report?

I report sono la traccia di ciò che gli utenti hanno effettivamente imparato, file che mostrano le loro attività all’interno della piattaforma (lezioni svolte, traguardi raggiunti).

Perchè questo aspetto risulta così centrale? 

La formazione finanziata, come descritto da Innovation Post, rapprensenta un mercato in grande crescita:

Ogni anno vengono gestiti in relazione a questi fondi 659 milioni di euro e ne vengono stanziati tramite avvisi pubblici circa 357 milioni di euro. Ciò significa che ogni azienda può ottenere molto di più di quanto versa, attingendo alle quote non utilizzate da altre imprese che rinunciano a questa.

Innovation post

Ecco perchè se anche tu accedi a fondi finanziatori per agevolare la formazione, dovresti servirti di una piattaforma che fornisca automaticamente report relativi al tuo servizio didattico per poter dimostrare l’andamento delle tue attività agli enti che hanno finanziato il tuo progetto, senza che i docenti debbano raccogliere i dati necessari manualmente.

I report mostrano e quantificano i risultati del tuo servizio, permettendoti di monitorare l’efficacia della didattica che stai erogando con dati concreti e misurabili.

Ad esempio, WhoTeach permette di ottenere una reportistica conforme alle normative degli enti finanziatori: fornisce dati sull’attività degli utenti, certifica i risultati dei test erogati e offre la possibilità di rilasciare un certificato di partecipazione e superamento del corso.

Qualche ultima considerazione

Sappiamo bene che in questo periodo storico la possibilità di apprendere tramite digital platform rappresenta una necessità e non più un lusso.

Le piattaforme e-learning sono il futuro dell’apprendimento ed in caso tu stia valutando di servirti di un servizio simile, spero di averti aiutato nel capire quali sono gli aspetti più importanti da considerare.

Se vuoi capire meglio come funziona WhoTeach, basta contattarci e saremo disponibili a mostrarti come possiamo supportare il tuo progetto formativo.

Buona scelta!

Leave A Comment

8 + 12 =